L’Inverno Veneziano riparte dai Mercatini di Mira

Inizia il 3 dicembre 2022 l’Inverno Veneziano, giunto quest’anno alla 30A edizione.
La prima tappa sarà a Mira, organizzata dal Galilei in occasione dell’apertura dei Mercatini di Natale. Percorsi a cura di Luca Rosato, una garanzia di qualità, e mappa diversa da quella dell’anno scorso, accoglieranno gli orientisti che vorranno inaugurare la nuova edizione del circuito.

E per i nostalgici, riveliamo la novità importante di quest’anno: ritorna Venezia in notturna!

Vi aspettiamo numerosi e caldi!

Vigonovo, finale in bellezza

27 febbraio 2022
Grande successo per la prova di Vigonovo: il 29esimo Inverno Veneziano si è concluso con una gara in una cartina nuova, valorizzata dai percorsi tracciati da Luca Rosato, che si sono snodati tra campi e boschetti fluviali.
Circa 140 agonisti si sono sfidati nei percorsi colore ed una cinquantina di neofiti hanno provato l’Orienteering nei due percorsi ludico-motori, sotto uno splendido sole e con una brezza che ha reso la giornata frizzantina al punto giusto. Vale la pena di notare una particolarità: questa è stata la quarta gara dell’Inverno Veneziano tracciata da Luca Rosato, delle sei organizzate; e dunque il suo è stato senz’altro un contributo importante per il successo del circuito. Un ringraziamento speciale va al Comune di Vigonovo, con il quale l’Or. Galilei ha lavorato in modo proficuo; ma si ringrazia anche Legambiente e le Guardie Ambientali d’Italia che hanno contribuito a rendere il Parco Sarmazza un ottimo terreno di gara. Si ringraziano inoltre i Commercianti di Vigonovo, che hanno messo a disposizione ricchissimi premi, e tutti gli organizzatori dell’Orienteering Galilei.

Di seguito i podi di ogni categoria:

Bianco W
1 Sartori Bianca
2 Manenti Linda
3 Albanese Valentina
Bianco M
1 Ferrante Edoardo
2 Manenti Matteo
3 Constandache Gabriel
Giallo W
1 Bordin Patrizia
2 Mercantoni Antonella
3 Dal Toè Rachele
Giallo M
1 Vicariotto Mattia
2 Causin Alberto
3 Vecellio Mauro
Rosso W
1 Causin Giorgia
2 Pretto Celeste Nike
3 Lovisotto Marina
Rosso M
1 Giovanelli Walter
2 Pozzebon Michele
3 Nicolis Giovanni
Nero W
1 Vedana Giulia
2 Ferrante Gaia
3 Galvan Lisa
Nero M
1 Viel Stefano
2 Ronzani Fabio
3 Mogno Pietro

 

E questi sono i vincitori dell’Inverno Veneziano 2022 (classifiche complete alla pagina Calendario Inverno 2021-2022):

M 10
1 Manenti Matteo M OR. G. GALILEI
2 Constandache Gabriel M OR. TARZO
3 Tubia Davide M PADOVA OR.
W 10
1 Angellotti Teresa F OR. LAGUNA NORD VENEZIA
2 Sartori Marta F OR. G. GALILEI
3 Zanchetta Anna F OR. G. GALILEI
M 12
1 Vicariotto Mattia M ARCES OR. KLUBB
2 Ferrante Edoardo M OR. LAGUNA NORD VENEZIA
3 Tomasi Nicola M OR. TARZO
W 12
1 Sartori Bianca F OR. G. GALILEI
2 Albanese Valentina F OR. G. GALILEI
3 Carlet Anna F OR. TARZO
M 14
1 Causin Alberto M OR. G. GALILEI
2 Scandagliato Alvise M A.S.S. OR. MALIPIERO MARCON
3 Collodel Ettore M OR. TARZO
W 14
1 Pretto Celeste Nike F PARK WORLD TOUR ITALIA S.S.D.
2 Sauri Agnese F A.S.S. OR. MALIPIERO MARCON
3 Silvestrini Chiara F A.S.S. OR. MALIPIERO MARCON
M 16
1 Negri Francesco M OR. G. GALILEI
2 Spinazze Karim M A.S.S. OR. MALIPIERO MARCON
3 Cavagnis Sebastiano Akira M FONZASO
W 16
1 Causin Giorgia F OR. G. GALILEI
2 Ferrante Giulia F OR. G. GALILEI
3 Azzalin Sara F OR. G. GALILEI
M 18
1 Michelin Thomas M OR. G. GALILEI
2 De Martin Enrico M OR. TARZO
3 De Biasi Lorenzo M OR. TARZO
M 35
1 Martignago Daniele M OK MONTELLO
2 De Nadai Mauro M OR. TARZO
3 Gazzetto Davide M PADOVA OR.
W 35
1 Galvan Lisa F MARENO OR.
2 Gaion Sara F OR. TRIESTE
3 Anedda Federica F OR. G. GALILEI
M 45
1 Frigo Emilio M EREBUS ORIENTAMENTO VICENZA
2 Vicariotto PIERDOMENICO M ARCES OR. KLUBB
3 Pretto Pierantonio M PARK WORLD TOUR ITALIA S.S.D.
W 45
1 Dal Sasso Laura F VICENZA OR. TEAM
2 Sibiglia Katiuscia F PARK WORLD TOUR ITALIA S.S.D.
3 Ghizzo Paola F OR. TARZO
M 55
1 Crespan Luca M OK MONTELLO
2 Bazan Francesco M OR. TREVISO
3 Miatto Gianni M OR. SWALLOWS NOALE
W 55
1 Lovisotto Marina F FRIULI MTB & OR.
2 Ferrante Maria Michela F OK MONTELLO
3 Savorgnano Lory Meri F VICENZA OR. TEAM
M 65
1 Martignago Armando M OK MONTELLO
2 Bello’ Gregorio M A.S.D MISQUILENSES OR.
3 Mattiuzzo Rolando M OR. G. GALILEI
W 65
1 Mariotto Morena F OR. G. GALILEI
2 Spolaor Angelisa F OR. G. GALILEI
3 Tomelleri Lucia F OK MONTELLO
M A
1 Mogno Pietro M OR. SWALLOWS NOALE
2 Bernardi Agostino M OR. TARZO
3 Ronzani Fabio M EREBUS ORIENTAMENTO VICENZA
W A
1 Ferrante Gaia F OR. G. GALILEI
2 Scapin Marta F OR. G. GALILEI
3 Sanzovo Chiara F OR. TARZO

 

 

Aspettando la finale di Vigonovo

Una nuova carta attende gli atleti nell’ultima prova dell’Inverno Veneziano, a Vigonovo il prossimo 27 febbraio, organizzazione a cura del Galilei e percorsi tracciati da Luca Rosato. Si annuncia un terreno di gara piuttosto inusuale ed interessante, con prevalenza di boschi e campagna e pochissimo asfalto.
La gara decreterà i vincitori della 29.a edizione dell’Inverno Veneziano, e alla fine della prova saranno premiati i primi classificati di ogni categoria. Inoltre saranno premiati anche il secondo e terzo classificato per le categorie giovanili MW 10, MW 12, ed MW 14.

Ma nell’attesa, diamo uno sguardo alla classifica generale provvisoria ( Classifica Inverno Veneziano 2022 dopo 5 prove ); ricordando che per ogni atleta conteranno in classifica solo i migliori 4 risultati sulle 6 prove disputate, scopriamo che la matematica ha già decretato alcuni vincitori:
– Morena Mariotto in W 65
– Marina Lovisotto in W 55
– Giorgia Causin in W 16
– Celeste Nike Pretto in W 14
– Pietro Mogno in M A
– Thomas Michelin in M 18
– Mattia Vicariotto in M 12

Raccomandiamo a tutti i concorrenti e premiati di partecipare alle premiazioni finali del circuito veneziano, al termine della gara!

La prima a San Liberale

Giornata da ricordare quella odierna a San Liberale: per la prima della gara promozionale organizzata in questa frazione di Marcon si sono registrate ben 180 iscrizioni, per un totale di oltre 200 partecipanti; infatti diverse iscrizioni nei percorsi Ludici riguardavano coppie e famiglie che si sono divertite lungo i percorsi proposti da Giorgio Tonda, che ha realizzato anche la cartina.

Una bella soddisfazione per l’Orienteering Malipiero che, dopo due anni di stop forzato causa pandemia, ha voluto, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, dare un segnale di ripresa che fosse di stimolo per il territorio. Per quanto riguarda gli agonisti c’è stata la consueta battaglia, in particolare nei percorsi Rosso e Nero che hanno visto distacchi contenuti nella parte alta della classifica.
Questo il podio per ciascuna categoria (risultati completi e classifica aggiornata dell’Inverno Veneziano alla pagina del calendario):
Nero W
1 Galvan Lisa
2 Lovisotto Marina
3 Dal Sasso Laura
Nero M
1 Rosato Luca
2 Martignago Davide
3 Gazzetto Davide
Rosso W
1 Pretto Celeste Nike
2 Anedda Federica
3 Ferrante Maria Michela
Rosso M
1 Peretto Tommaso
2 Vicariotto Pierdomenico
3 Trinca Colonel Fabio
Giallo W
1 Scarpa Irene
2 BordinPatrizia
3 Bozzato Loredana
Giallo M
1 Martignago Paolo
2 Vicariotto Mattia
3 Celato Simone
Bianco W
1 Manenti Linda
2 Albanese Valentina
3 Angellotti Teresa
Bianco M
1 Zanardi Stefano
2 Ferrante Edoardo
3 Tomasi Nicola

Jesolo Paese, il sole, l’acqua e la bussola

Anche in questa occasione il carissimo Salvatore Seno ci offre una bella cronaca della manifestazione di Jesolo, che pubblichiamo volentieri. Risultati e classifica parziale come sempre sono presenti alla pagina del calendario.

Quando domenica mattina presto le prime luci dell’alba cominciavano a colorare le strade, le rive e l’assonnato centro storico della nota località balneare di Jesolo, abbiamo capito che sarebbe stata una bella giornata di sole. Già le previsioni promettevano tempo buono, ma costatare che erano azzeccate è come arrivare alla prima lanterna nel bosco senza sbagliare: rassicurante!! Così la prima volta dell’orienteering nel centro storico di Jesolo è stata baciata da un clima perfetto: luce, temperatura mite e aria pulita. Il rovescio della medaglia? Chiaramente la voglia irrefrenabile di muoversi ha trascinato con sé un conseguente aumento del traffico cittadino e dei vacanzieri domenicali che a Jesolo ci vengono per vedere “il mare d’inverno”, sempre affascinante e suggeritore di profonde nostalgie. Alla fine tutti contenti: orientisti, cittadini, curiosi e vacanzieri. Tutti, magari per motivi diversi, al termine abbiamo potuto esclamare: ce l’abbiamo fatta!!


Poiché abbiamo parlato di “prima volta”, diamo il giusto risalto a tutti quelli che, oltre alla classifica, un qualche primato l’hanno realizzato. I primi a farci visita presso il ritrovo sono stati Walter M. e Donatella D.; giustamente una passeggiata di primo mattino in una piazza ancora vuota e silenziosa significa gustarne appieno quell’essenza di tranquillità emotiva che si respira: ISPIRATI! I primi a “subire” il controllo del green pass sono stati Roberto e Donata. Loro non sapevano neanche cosa fosse l’Orienteering, hanno però provato l’ebbrezza di quanto sia bello perdersi da qualche parte anche in posti più o meno conosciuti: AUDACI! I primi a partire sono stati ancora Donatella D. insieme a Linda M. e Simone C.: TEMERARI! Il primo a tagliare il traguardo è stato Giacomo M.: RASSICURANTE! E chissà quanti di voi potranno raccontare di sé o di altri che sono stati i primi in qualcosa: basta avere fantasia e/o fortuna. Per esempio, anche per noi, che raccontiamo di voi, c’è stata una prima volta, quella di gustare una frittella al pistacchio, ce l’ha fatta assaggiare il nostro amico americano del Montana, Richard B.: LUCULLIANO! E la gara com’è andata? Ce lo dovrebbero dire i partecipanti! Noi speriamo sempre bene, grazie anche ai percorsi mai banali e sempre ben tracciati da Luca Rosato, che anche su terreni non difficili riesce sempre, con la giusta alchimia, mettere alla prova tutti mescolando divertimento e agonismo nella giusta dose: INTRIGANTE!
In perfetto orario il parco comunale è stato percorso e colorato in lungo e in largo da atleti di ogni età. Dal ponte pedonale sembravano tante meteore impazzite con cambi di direzioni repentini, improvvisi ripensamenti, trottole vaganti che ritrovavano compostezza solo dopo aver attraversato il fiume Sile per entrare nella parte più veloce del percorso che si sviluppava nel centro abitato e nelle zone limitrofe. Noi ci siamo riempiti gli occhi di gioia nell’ascoltare le voci allegre e festose di un gruppo di ragazzini che hanno vivacizzato il parco municipale. Che bello seguire questo gruppo aspiranti orientisti che festosamente andavano a “caccia” dei punti: FUTURISTI! Loro erano accompagnato dal loro istruttore, il prof. Maurizio Allocco, che con pazienza cercava di spiegare tecnica e lettura della mappa: ENCOMIABILE!

Il punto più tecnico qual è stato? L’arrivo naturalmente, già perché tutti se l’aspettavano “stampato” dopo l’ultima lanterna… stavolta invece non si vedeva e lo sconcerto è apparso sul viso ormai stremato di diversi concorrenti: DISORIENTATI!
Risolto brillantemente qualche disguido cronometrico, si è dato corso alla cerimonia della premiazione, alla presenza dell’assessore al Turismo della Città di Jesolo Flavia Pastò che ha portato il saluto di tutta la Città di Jesolo agli orientisti presenti esprimendo la sua soddisfazione per l’evento sportivo e ludico organizzato all’aperto in un bell’ambiente naturale che ha il pregio di favorire l’attività motoria di base e nello stesso tempo l’agonismo e il sano confronto. Il Presidente dell’ASD Orienteering Laguna Nord Venezia Giuseppe
Bozzato ha ringraziato la Città di Jesolo e l’Amministrazione comunale tutta esprimendo particolare soddisfazione per la collaborazione e per il sostegno logistico dei vari uffici preposti che hanno agevolato l’organizzazione della manifestazione garantendone il successo.


Il Percorso bianco è stato vinto da Giacomo Martignago, Ok Montello, in campo maschile e da Linda Manenti, Or. Galilei, in campo femminile. Il percorso giallo maschile è stato dominato da Paolo Martignago, Ok Montello; quello femminile da Antonella Marcantoni, U.S. Primiero.
Nel rosso maschile ha vinto Fabio Trinca Colonel, Erebus Orientamento Vicenza; mentre in campo femminile è Celeste Nike Pretto, Park World Tour a prevalere su Giorgia Causin, Or. Galilei. Entrambe giovanissime rappresentano una garanzia per il futuro del movimento. Pietro Mogno, Or. Swallows Noale, dimostrando di possedere notevoli qualità, vince il percorso nero in campo maschile; Marta Scapin, Or. Galilei, prevale in quello femminile. Bisognerebbe, però, nominarvi e premiarvi tutti, perché, lasciatecelo dire, è stato bello rivedervi in tanti: è una speranza reale di poter tornare alla normalità. Lo ricordiamo sempre ai nostri amici, in particolare a Paolo C., in generale pratichiamo l’orienteering correndo contenti anche di arrivare ultimi, volete mettere sentire la carezza del vento sul nostro viso? Ci mette le ali… ma se poi al traguardo trovi scritto PM o PE la carezza più che le ali ti mette… depressione. La speranza però c’infonde fiducia e ottimismo: ci rifaremo alla prossima, vero Silvano B.? Già, perché ci sarà una prossima volta. Dove? Ci penseremo! E non vi deluderemo. Grazie a tutti, ma proprio a tutti, per chi c’era e per chi non c’era e che in qualche modo ha reso possibile il successo della manifestazione: TUTTI MERAVIGLIOSI!

Ai Laghetti di Martellago vincono Martignago e Galvan

 

Sempre un po’ speciale l’Orienteering al Parco Laghetti, dove si trova quell’area di verde pubblico cittadino di Martellago che in qualche punto si presenta inaspettatamente selvaggia e ostica, ma che offre passeggiate e scorci affascinanti.

Proprio questo aspetto ha attirato a Martellago molti dei partecipanti alle categorie Ludico Motorie, alcuni provenienti dal nordic walking. I percorsi, preparati dallo Swallows, hanno combinato una parte prevalente di parco con una parte di centro urbano, creando così un mix gradevole di diversi terreni di gara.

Nel Nero vincono ancora una volta Lisa Galvan (Mareno) e Davide Martignago (Montello), entrambi over 35 ma troppo forti per gli altri concorrenti. Il Rosso saluta invece le vittorie della giovanissima ma ormai esperta Celeste Nike Pretto (Erebus) e di Pierdomenico Vicariotto (Arces). Anche il Giallo vede un Vicariotto al comando, Mattia (Arces), mentre nella categoria femminile vince Patrizia Bordin (Galilei). Nel Bianco primo posto per Elisa Astero (Galilei) ed Edoardo Ferrante (Laguna Nord). Risultati completi come sempre alla pagina del calendario.

La prossima gara dell’Inverno Veneziano sarà a Mira il 9 gennaio, su una carta diversa rispetto a quella usata una settimana fa.

 

Mira, un successo di partecipanti

Si è svolta nella giornata di ieri, sabato 4 dicembre, la Seconda prova dell’inverno Veneziano a Mira.
In occasione dei Mercatini di Natale organizzati dalla Proloco, bel connubio organizzativo con la ASD ORIENTEERING GALILEI.
Nettamente superiore alle aspettative la partecipazione sia degli agonisti che dei ragazzini delle scuole (e dei loro genitori). 130 agonisti circa e più 70 esordienti, si sono dati battaglia per le vie di Mira, nei tracciati progettati con grande maestria e divertimento assicurato da Luca Rosato.
Le premiazioni, sotto l’albero di Natale illuminato in Piazza Municipio, alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Mira, Fabio Zaccarin hanno visto primeggiare i seguenti atleti:

Percorso Nero Femminile
Laura Vigni (Pol. Besanese)
Percorso Nero Maschile
Lorenzo De Biasi (Or. Tarzo)
Percorso Rosso Femminile
Lisa Galvan (Mareno Or.)
Percorso Rosso Maschile
Riccardo Fornasiero (Marino Or.)
Percorso Giallo Femminile
Maria Vittoria Scarpa (Or. Galilei)
Percorso Giallo Maschile
Paolo Martignago (Ok Montello)
Percorso Bianco Femminile
Rimes Hajlaoui (Or. Tarzo)
Percorso Bianco Maschile
Edoardo Ferrante (Or. Laguna Nord).

Classifiche complete nella pagina del calendario. Appuntamento per domenica 12 dicembre a Martellago per le Terza prova dell’inverno Veneziano.

Concordia, cronaca della gara

Pubblichiamo volentieri questa cronaca di Salvatore Seno della prova di Concordia. I risultati sono pubblicati nella pagina del Calendario

Il Lemene, il fiume di risorgiva che attraversa Portogruaro e Concordia Sagittaria per poi gettarsi nella Laguna di Caorle, normalmente ha una portata abbastanza costante, questa mattina, invece, si presentava gonfio assai, a causa delle abbondanti piogge dei giorni scorsi e della notte di sabato.
Il terreno così nelle vaste aree di parco o di campo aperto si è presentato allentato e insidioso anche a causa della presenza delle tante foglie cadute al suolo.
Concordia Sagittaria, però, è una cittadina dal nobile passato storico che merita la giusta
considerazione per tutte le ricchezze archeologiche ritrovate e conservate con autentica passione.
Così nulla poteva fermare gli oltre 120 partecipanti alla 1^ prova dell’Inverno Veneziano 2022 che ben presto sono confluiti davanti alla Loggia Municipale della città in attesa di testare i percorsi a loro dedicati.
I quattro percorsi colore disegnati da Luca Rosato, hanno avuto tutti come filo conduttore
l’archeologia, tanto è vero che molti punti sono stati posti proprio nei pressi di diverse aree
archeologiche presenti sul territorio. Alle dieci precise tutto il “paesino” è stato punteggiato da atleti dalle mille divise multicolori e di ogni età che al passo o al trotto o al galoppo più sfrenato hanno portato a termine il loro percorso. Tutte le classifiche le potete trovare sul sito della Fiso o in quello della nostra società, rendono merito ai vincitori e alle vincitrici, ma a noi piace pensare che chi al suo ritmo o al suo passo abbia concluso il percorso sia comunque un vincitore perché come affermava Nelson Mandela “Un vincitore è semplicemente un sognatore che non si è mai arreso”.

Così durante la cerimonia di premiazione il vincitore assoluto numero uno è stato l’Orienteering,
capace di valorizzare luoghi e ambienti, di favorire l’inclusione e la socialità, di mettere al centro i bambini e i giovani, lasciando il giusto spazio anche ai master, instancabili atleti di un tempo e testimoni di un ricambio generazionale necessario e auspicabile.
Nel percorso bianco maschile un ex aequo tra Ettore Colledel dell’Or. Tarzo e il nostro atleta di punta Edoardo Ferrante. Stesso tempo per entrambi anche al decimo. Complimenti. A seguire molti atleti dal cognome più famoso nel mondo orientistico friulano… Lenarduzzi …del mitico Fulvio divulgatore e guru incontrastato del Trail O. Il percorso bianco femminile è stato vinto da Micaela Lenarduzzi con un buon tempo finale. Martignago Paolo dell’OK Montello ha prevalso nel percorso giallo Maschile, davanti ad Abualatta A. Yousef Y. dell’UWC Adriatic Or. Club, la società del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico di Duino dove studenti da tutto il mondo studiano cercando di promuovere la comprensione internazionale, la pace e la sostenibilità. Al terzo posto un attento
Paolo Mogno. Nel giallo femminile Sara Gaion è stata interprete di una prestazione superlativa, al secondo posto Alessia Mogno e a giocarsi il terzo posto sono state due “amiche”, sempre presenti alle nostre gare: Gabriella Xausa e Patrizia Bordin. Sul podio è salita Gabriella stavolta, la prossima vedremo… Luca Crespan corre, e tanto, stavolta non è bastato e così si deve accontentare del 2^ posto per soli 5 secondi, lasciando lo scettro a Stefano Pozzebon. Al terzo posto Leonardo Bortolato. Nel rosso femminile Marina Lovisotto del Friuli MTB & Or. ha avuto la meglio su due giovanissime autentiche promesse del futuro: Giorgia Causin e Celeste Nike Pretto. Nel percorso Nero maschile un podio quasi in famiglia, Davide Martignago domina la prova, davanti a Pietro Mogno che sta però migliorando di gara in gara, al terzo posto Daniele Martignago, il fratello di Davide. Nel nero femminile Gaia Ferrante si è aggiudicata la prova, sempre in lotta con la russa Reshetniak Elizaveta, al terzo Raffaella Paset.
Durante la cerimonia di premiazione, il Sindaco di Concordia Claudio Odorico ha sottolineato la sua soddisfazione per la buona riuscita della manifestazione congratulandosi con il Presidente della nostra società Giuseppe Bozzato e con tutti i partecipanti per aver scelto Concordia e il suo territorio. Era presente anche l’Assessore Eligio Molent che ringraziamo per la preziosa collaborazione in tutta la fase organizzativa.
La giornata è stata allietata dallo speaker Riccardo Fiorin, che oltre a svolgere nella vita un ruolo politico, è risultato un ottimo commentatore, soprattutto attento a cogliere umori e valutazioni degli atleti che giungevano via via al traguardo. Lo ringraziamo pubblicamente per la sua disponibilità. Un ringraziamento particolare all’Associazione Culturale e Sportiva “Il Palo” per aver voluto fortemente la manifestazione e all’ Associazione Lagunari A.L.T.A. di Concordia per il supporto prestato nella sorveglianza degli attraversamenti più delicati.
E adesso cosa faremo? Intanto andremo tutti a Mira e poi a Martellago…noi invece vi aspettiamo a Jesolo Paese il 13 febbraio 2022, potrete cimentarvi su un’altra carta nuova! Non mancate!

Inverno Veneziano ai nastri di partenza

Dopo un pausa dovuta al Covid, a due anni di distanza riparte l’Inverno Veneziano con la gara del 28 novembre a Concordia Sagittaria.
La 29.a edizione del circuito promozionale della provincia di Venezia si presenta con un calendario di gare che attraverserà i mesi invernali e si concluderà con la gara del 20 febbraio a San Liberale, toccando centri urbani, parchi e campagne. La prima tappa si presenta in un centro storico particolare, quello di Concordia, che fu un’importante città romana e dove sono ancora visibili monumenti e resti dell’età romana e medievale. Nelle varie prove sono previste le categorie a colori (Bianco, Giallo, Rosso e Nero) che assegneranno punti per la classifica generale del circuito, oltre alle categorie ludico motorie per chi volesse provare le piacevoli avventure che offre questo sport. Novità di questa edizione, anche gli under 10 saranno presenti nella classifica del circuito.  In questa pagina trovate i dettagli del calendario ed i risultati delle gare dopo lo svolgimento.